JELD NEWS

Il mese di Ottobre 2019 si è formato il primo gruppo che parteciperà al progetto JELD, compagnia di giovani studenti danzatori under 18. Dopo due giorni di stage e audizioni presso la nstra scuola di danza,  Fuoricentro, sono stati scelti 25 giovanissimi ballerini della Junior Ensemble Lucca Danza. Un progetto dell’associazione Amici delle arti che, grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, è divenuto realtà: Jeld è la prima compagnia di danza under 18 della città di Lucca.
Il più piccolo ha 12 anni, il più grande ne ha 18: ma, al di là dell’età, tutti i giovani danzatori scelti hanno dimostrato un buon livello di preparazione e una forte motivazione. Hanno partecipato ragazzi e ragazze di Lucca, Altopascio, Barga, Pisa e Livorno.

A valutarne capacità comunicativa e competenze tecniche una giuria composta Gianluca Girolami, Aline Nari ed Elisa D’Amico – tre importanti coreografi, danzatori e insegnanti.
Il progetto Jeld vuole essere, prima di tutto, un’esperienza formativa solida attraverso il percorso di costruzione di uno spettacolo che debutterà il prossimo 9 maggio con la regia di Girolami. Preziosa la collaborazione tra le scuole di danza del territorio, che si sono dedicate alla preparazione dei giovani per l’audizione. In particolare, ha lavorato al progetto Fuoricentro Spazio Danza di Lucca, scuola diretta da Elisabetta Fiorini, che si avvale della professionalità delle insegnanti Mara Sardi, Sara Campinoti e Sharon Estacio. Importante anche il contributo offerto al progetto dalla scuola di danza diretta da Serena Colotti, la Soul Dance di Altopascio, per la quale insegna anche la danzatrice Susanna Pieri. E ancora: la scuola Art&Danza Arabesque di Lucca, diretta da Monica Bocci .
Adesso i 25 danzatori under 18 proseguiranno la propria formazione individuale, ciascuno nella scuola di provenienza. Il primo appuntamento della neo-nata compagnia è previsto a gennaio: dal 19 al 26, guidati dal coreografo Gianluca Girolami, Jeld inizierà a lavorare per costruire lo spettacolo di maggio.

Leave a Reply